martedì , 22 agosto 2017
Home / Avversità / Cresce l’allarme in Italia per la vespa velutina
Esemplare di vespa velutina in 3d

Cresce l’allarme in Italia per la vespa velutina

Il calabrone asiatico vespa velutina è stato trovato nel comune di Bergantino, in provincia di Rovigo, al confine con la Lombardia e a 15 chilometri da quello con l’Emilia-Romagna.
Nel corso di un sopralluogo effettuato il 29 novembre con gli apicoltori dell’Associazione Regionale Apicoltori del Veneto, i ricercatori del Consiglio per la ricerca in agricoltura e l’analisi dell’economia agraria (CREA) di Bologna e Firenze, dell’ASL 19 e del Centro di referenza nazionale per l’apicoltura dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie presso un apiario di Bergantino, sono stati individuati nelle trappole 15 esemplari di vespa velutina.

Comparsa in Europa per la prima volta nel 2004 in Francia, la vespa velutina è stata responsabile, secondo i dati forniti dalla Francia stessa, della perdita di alveari pari al 50% con un avanzamento potenziale di 100 km all’anno. Oltre a cacciare direttamente le api all’ingresso dell’arnia, il calabrone impedisce loro di uscire per raccogliere nettare e polline, indebolendo in questo modo anche le colonie che rischiano di morire.
A seguito di questo rilevamento nel Nord Est dell’Italia è stata sottolineata la necessità di attivare e sostenere una rete di sorveglianza ufficiale in grado di intercettare l’avanzata di questo parassita e di mappare i territori via via interessati dalla sua presenza.

Clicca qui per leggere La nota illustrativa diramata dalla Regione Toscana

Info Redazione

Guarda anche

Esemplare di vespa velutina

Il calabrone asiatico si diffonde nel Nord Italia

La vespa velutina è volata fuori dalla zona rossa: è stata trovata a 300 chilometri …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *