martedì , 22 agosto 2017
Home / Video / Nuova arma contro la Varroa

Nuova arma contro la Varroa

Il mio metodo, basato esclusivamente sulla distruzione sistematica della covata maschile (che comunque permette lo farfallamento di un sufficiente numero di fuchi) consiste nel disopercolare la covata maschile e con un getto di aria compressa far schizzare fuori, dalle celle del favo, i fuchi e le varroe, senza che i favi vengano danneggiati.
I favi vanno restituiti alle api che, prontamente, li ripuliscono e riparano e le regine vi depongono nuova covata maschile. lo non uso il telaino T.I.T.3 ; per avere molte celle da fuco posso fare in svariati modi, ad esempio:
– armare un telaio da nido con solo mezzo foglio cereo (le api costruiranno tutta la parte bassa a celle da fuco)
– inserire un telaio da melario nel nido, tra l’ultimo telaino con miele e il penultimo con covata e anche in questo caso e molto probabile che le api costruiranno sotto il telaino da melario una porzione di favo a celle da fuco.
-In primavera, metto una tavoletta delle dimensioni del portafavo di un telaino al penultimo posto tra un telaio di miele e uno con covata, il favo sarà costruito quasi certamente a celle da fuco.
A parte questi sistemi descritti, tutti i telaini del nido e del melario possono diventare trappole per la varroa. Per quanto riguarda il melario, quando non vorrete più che la regina vada a deporre nel melario, basterà inserire l’escludi regina.
Ad ogni visita per prelevare i favi contenenti covata maschile, bisogna sempre individuare il favo sul quale sta la regina, per essere certi di non rischiare di perderla, scuotendo i telaini per liberarli dalle api. Uso questo metodo di controllo della varroasi da otto anni senza fare trattamenti integrativi con acaricidi e Vi assicuro che funziona.

Gavino Scano

Info Redazione

Guarda anche

Favo affetto da peste europea

Peste europea delle api

Malattia batterica altamente contagiosa che colpisce le covate. È meno pericolosa della peste americana e …

2 Commenti

  1. salvatore pappalardo

    Salve metodo eccezionale io lo usato, e a dato ottimi risultati. Niente trattamenti massimo rispetto per le api

  2. Queste informazioni sono tratte dal sito “carloscano.it”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *