sabato , 21 ottobre 2017
Home / Mappa Aethina tumida
Aethina tumida su favo

Mappa Aethina tumida

L’11 settembre 2014 il Centro di referenza nazionale per l’apicoltura dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie ha confermato  il primo accertamento in Italia di Aethina tumida, presente in un nucleo esca nel comune di Gioia Tauro, in provincia di Reggio Calabria.

In seguito, il 7 novembre 2014, il Centro di referenza nazionale per l’apicoltura ha confermato il primo caso di Aethina tumida in Sicilia, in provincia di Siracusa. Il Ministero della salute ha emanato disposizioni per la distruzione degli apiari infestati, l’esecuzione di controlli clinici degli apiari presenti in un chilometro di raggio, l’istituzione di una zona di protezione di 10 km di raggio dove vietare le movimentazione degli apiari nonché l’esecuzione di un’indagine epidemiologica.

Il 16 settembre 2015 era stata confermata la presenza di adulti e di una larva in un apiario sito in località Figurelle di San Martino nel Comune di Taurianova (RC). L’apiario era costituito da 32 sciami formati ai primi di agosto e destinati all’impollinazione del lampone. Dei 32 sciami presenti e visitati, 8 sono risultati infestati. Si è trattato della prima segnalazione di un apiario infestato nel corso del 2015. Nel comune di Taurianova (RC) erano stati in precedenza rilevati due apiari infestati da Aethina tumida rispettivamente il 13 e il 20 ottobre 2014.

Il 25 luglio 2016 è stata confermata la presenza di adulti di Aethina tumida in un apiario posto nel Comune di Grimaldi in provincia di Cosenza. Successivamente, altri tre apiari dello stesso apicoltore sono risultati infestati nello stesso comune di Grimaldi e nel comune di Altilia. Gli apiari infestati si trovano a circa 100 km dalla zona di protezione di Gioia Tauro istituita nel settembre del 2014 a seguito del primo ritrovamento di Aethina tumida.

Situazione epidemiologica attuale

  • Tabella 1: casi di Aethina tumida confermati in Calabria e Sicilia
  • Tabella 2: nuclei sentinella positivi
  • Figura 1: zona di protezione (raggio di 30 km dal luogo di ritrovamento di Aethina tumida in Calabria)
  • Figura 2: zona di protezione (raggio di 10 km dal luogo di ritrovamento di Aethina tumida in provincia di Cosenza, regione Calabria)
  • Figura 3: zona di protezione (raggio di 10 km dal luogo di ritrovamento di Aethina tumida in Sicilia)
  • Figura 4: zona di 100 km di raggio dal luogo di ritrovamento di Aethina tumida in Calabria

Aethina tumida in Calabria


izsvenezie

Ente sanitario di prevenzione, ricerca e servizi diagnostici per la sanità animale e la sicurezza alimentare in Veneto, Friuli Venezia Giulia, Trento e Bolzano