martedì , 23 ottobre 2018
Home / Legislazione / Nuove disposizioni per la movimentazione delle api
la transumanza_degli_alveari

Nuove disposizioni per la movimentazione delle api

Il 22/11/2017 è stato firmato il “Decreto del Direttore Generale della Sanità Animale e dei Farmaci Veterinari del Ministero della Salute di concerto con il Direttore Generale dello Sviluppo Rurale del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, recante disposizioni e indicazioni per la comunicazione e registrazione nella Banca Dati Apistica Nazionale delle movimentazioni sul territorio nazionale di materiale apistico vivo – attuazione del punto 12.3 del Manuale operativo per la gestione apistica nazionale di cui al D.M. 11 agosto 2014”.

Questo provvedimento introduce delle modifiche alle procedure di registrazione in Banca Dati dell’Anagrafe Apistica delle movimentazioni di materiale apistico vivo (alveari, pacchi d’ape e api regine), per consentire un’efficace sorveglianza delle malattie delle api. Le movimentazioni consistono negli spostamenti svolti ai fini del nomadismo o del servizio di impollinazione.
Il decreto modifica l’Allegato C – la cui nuova versione è allegata al nuovo documento – che dovrà essere compilato prima di iniziare ogni spostamento o contestualmente ad esso. Per le movimentazioni di api regine è prevista una deroga che consente agli allevatori di trasmettere i dati necessari con unico elenco cumulativo e a cadenza mensile.
Viene inoltre prevista l’identificazione individuale delle arnie che potranno essere contrassegnate con un codice identificativo univoco e progressivo ad integrazione del codice aziendale. Tale codice, infine, dovrà essere apposto in maniera indelebile sulle arnie e registrato in BDA.

Per maggiori informazioni scarica qui il documento

Info Redazione

Guarda anche

Postazione con alveari in fila

La responsabilità di chi possiede animali con particolare riferimento alle api

1.LA RESPONSABILITÀ CIVILE. 1.1. Nozione. La responsabilità civile per i danni causati dagli animali è …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.