martedì , 12 dicembre 2017
Home / Notizie / Terra di lavoro: un concorso per la valorizzazione dei mieli

Terra di lavoro: un concorso per la valorizzazione dei mieli

Si terra in Campania la prima edizione del Concorso dei “Mieli di Terra di Lavoro” e che toccherà anche il Molise e il Lazio. Un evento eccezionale che ha raccolto il patrocinio da parte di numerose ed importanti istituzioni come: Consiglio Regionale della Campania, Crea – Consiglio per la Ricerca in Agricoltura e l’Analisi dell’Economia Agraria, Provincia di Caserta, Camera di Commercio di Caserta, Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno, Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Lazio e Toscana, Ambasciatori dei Mieli, Federazione Coldiretti di Caserta, Slow Food Condotte Volturno, Terre di Capua e Massico e Roccamonfina e Comune di Pietravairano.

Il concorso, unico nel Sud Italia per la sua importanza è  organizzato dall’Associazione Api e Biodiversità con la collaborazione della “Masseria delle Sorgenti Ferrarelle” e il Consorzio “Con Le Api”.

L’Associazione Api e Biodiversità di Terra di Lavoro, importante realtà apistica produttiva, si distingue da tempo per l’instancabile lavoro di informazione e promozione ai consumatori del Miele Italiano di Qualità. È anche questa una delle ragioni che ha portato l’Associazione a organizzare la prima edizione del Concorso dei “Mieli di Terra di Lavoro”.

Questa iniziativa ha la duplice finalità di stimolare la produzione di miele di qualità e di promuoverne il consumo presso il grande pubblico. Vuole, inoltre,  favorire la caratterizzazione e la valorizzazione del miele dell’antica  “Terra di Lavoro”, una regione storica-geografica dell’Italia Meridionale, identificata in passato anche come Campania felix, oggi risultante divisa tra le regioni politico-amministrative del Lazio, della Campania e del Molise.

II concorso è dedicato alla memoria di Gianni Lisi, Direttore Coldiretti di Caserta, importante figura che, con grande passione e competenza, si è distinta attivamente nella promozione e valorizzazione dell’apicoltura in Terra di Lavoro.

La promozione di un prodotto che abbraccia il territorio non può che avvicinarci alle origini storico-culturali, della zona di provenienza del miele, legando la produzione anche al valore storico e ambientale del territorio.

Ed il miele è proprio l’espressione, l’emblema della biodiversità del nostro territorio.

La valorizzazione, ma soprattutto la conoscenza e la divulgazione, sono le basi per mettere a frutto le potenzialità dei luoghi e le sue qualità.

Sempre di più i consumatori richiedono un ciclo sostenibile, tracciabile e un prodotto con sistemi tradizionali così come ci hanno insegnato i nostri padri.

Grazie alla presenza di un patrimonio faunistico e vegetativo unico al mondo, Terra di Lavoro vanta anche la produzione di ciò che i Greci definivano “nettare degli dei”: il Miele.

In questo contesto si inseriscono due importanti iniziative, senza precedenti per il nostro territorio, il Concorso dei “Mieli di Terra di Lavoro” e la Guida dei “Mieli di Terra di Lavoro”.

L’iniziativa ha come obiettivo la valorizzazione del miele, della varietà e delle specificità proprie, l’incentivazione delle buone pratiche apistiche, la promozione delle aziende maggiormente attente alla qualità.

E’ possibile partecipare al concorso scaricando il regolamento.

La premiazione avverrà nell’ambito del Convegno “I Mieli di Terra di Lavoro” che si terrà il 25 novembre 2017 presso la “Masseria delle Sorgenti della Ferrarelle”, accessibile gratuitamente a tutti. Durante la mattinata, inoltre, sarà presentata anche la prima Guida dei Mieli di “Terra di Lavoro” che rappresenta un utile strumento di promozione e di collegamento tra il mondo della produzione e del consumo.

La giornata terminerà con una degustazione dei mieli a cura delle Condotte Slow-Food aderenti (Volturno, Terre di Capua e Massico e Roccamonfina).

Per chi vuole restare aggiornato anche sui prossimi appuntamenti è attiva anche la pagina facebook “Mieli di Terra di Lavoro”.

l comitato promotore di queste iniziative è composto da: Luigi Iorio, Christian Pilotti, Antonio De Matteo, Vincenzo Battaglia, Sebastiano Del Vecchio, Gennaro Di Giacomo, Domenico Piscitelli e Concetta Fazzone.

Per ulteriori informazioni è a disposizione la segreteria organizzativa nella persona di Concetta Fazzone, contattabile via e-mail scrivendo a:  info@apiebio.it.

Beatrice Diodato

Info Redazione

Guarda anche

La Regione Campania sarà la sede del Congresso Aapi 2018

La 34º edizione del Congresso di apicoltura professionale Italiana si terrà a Capaccio Paestum (SA), …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *