sabato , 25 Maggio 2024
Come riconoscere le famiglie più produttive collocate in apiari diversi
Foto di Pasquale Angrisani

Regione Campania fino a € 10.400 per l’acquisto di arnie per la lotta alla varroa.

Con decreto dirigenziale n. 463 del 19 febbraio 2014, la  Regione Campania ha adottato il bando che finanzia gli apicoltori per l’acquisto di arnie per la lotta alla varroa.

La misura è dotata di risorse per € 158.000 e troverà applicazione su tutto il territorio regionale.
 
Soggetti beneficiari.
Possono proporre istanza di finanziamento gli apicoltori che detengono e conducono almeno 80 alveari e che risiedono in Campania o, per le persone giuridiche, che vi abbiano sede legale, in possesso dei seguenti requisiti minimi:
 
a. aver dato formale comunicazione ai servizi veterinari della Azienda Sanitaria Locale competente per territorio del numero di alveari detenuti ai sensi dell’art.6 della legge 313/04;
 
b. aver costituito il proprio fascicolo aziendale nella Banca Dati SIAN;
 
c. essere iscritti al Registro delle Imprese della CCIAA con indicazione del codice attività 01.49.30 Apicoltura.
 
Interventi ammissibili ed ammontare del finanziamento.
Sono ammissibili le spese relative all’acquisto di arnie con fondo a rete. Il contributo può raggiungere il 60% della spesa massima ammessa, fino ad un massimo complessivo di € 10.400. Il numero massimo di arnie finanziabili è determinato nella misura del 50% del numero di alveari denunciati, e comunque pari a non oltre 80 arnie.
 
Termine di presentazione delle domande.
Le istanze dovranno essere inoltrate entro le ore 15.00 del 10 marzo 2014.

Info Redazione

Guarda anche

Api, vespe e calabroni, come riconoscerli e quando temerlidelle apida varie angolature

Api, vespe e calabroni, come riconoscerli e quando temerli

Con l’arrivo dell’estate aumentano le probabilità di imbatterci in api, vespe, calabroni e simili che …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.