mercoledì , 29 Giugno 2022
Metodi per formare nuovi nuclei

Come formare nuove colonie di api

La formazione di nuove colonie di api è un argomento già trattato in manuali di apicoltura quali “Le Api” di Alberto Contessi (Edagricole, III ediz. 2004), e “Apicoltura Tecnica e Pratica” di Alessandro Pistoia (Edizioni L’informatore Agrario, 1993) comunemente utilizzati dagli apicoltori italiani.

Però non sono ancora tanti gli apicoltori che, sistematicamente, adottano tale accorgimento nella conduzione dei propri alveari. Dopo alcune indispensabili premesse, vengono qui descritti tre metodi, applicabili anche nella regione Friuli Venezia Giulia, di facile attuazione e capaci di appagare l’apicoltore grazie all’incremento del numero di alveari.

Per leggere l’articolo completo di Mauro D’Agaro e Renzo Barbattini (Dipartimento di Biologa applicata alla Difesa delle Piante, Università di Udine) pubblicato su www.ersa.fvg.it   clicca qui.

Info Redazione

Guarda anche

sciamatura

Perdite di raccolto causate dalla sciamatura

Le colonie più numerose producono una maggiore quantità di miele; è pertanto interesse dell‘apicoltore, all‘inizio …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.