mercoledì , 30 Novembre 2022
Fondo a tubi Happykeeper

L’arnia con il fondo a tubi HAPPYKEEPER

Quando uno sciame occupa una cavità in un albero, o un’intercapedine dentro ad un muro, costruisce i favi adeguati alle aperture esistenti al fine di essere in grado di controllare l’atmosfera intorno alla covata. Vivere in un’atmosfera sana è importante per le api quanto per gli uomini.

Nelle arnie razionali, quindi, per controllare la ventilazione, l’apertura non deve essere troppa piccola, come si riscontrano nelle arnie con fondo chiuso, perché è difficile rinnovare l’aria interna in modo efficace, questo tipo di arnia si potrebbe paragonare in sostanza a una casa senza ventilazione, vale a dire una casa insalubre.

L’apertura non deve essere neanche troppa grande come nelle arnie con fondo a rete, altrimenti non è possibile controllare il volume d’aria esterna che entra nell’alveare.

Un’arnia con fondo a rete sarebbe comparabile a una casa con porte e finestre aperte, ci si gela in inverno mentre l’aria è secca e calda in estate.

Il fondo a tubi HAPPYKEEPER, facile da installare e da sostituire a uno tradizionale, presenta dimensioni delle aperture ottimali tra i tubi di 3,5 mm che impediscono alle api di attraversarli e situate in posizione strategica per consentire alle api di espellere l’aria e sostituirla con quella fresca attraverso il fondo e creare l’atmosfera interna ideale.

Ogni tubo si trova esattamente sotto un telaino di covata, questo facilita l’evacuazione all’esterno degli alveari dei frammenti di cera e delle varroe, che cadono negli imbuti formati dai tubi.

L’alveare con il fondo a tubi è paragonabile a una casa attrezzata di ventilazione termo meccanica di cui le pale sono costituite dalle ali delle api, che controllano continuamente l’atmosfera interna dell’alveare, d’inverno come d’estate, qualunque sia la temperatura esterna, a -10 °C come a +35 °C. Si è notato che le famiglie in questi alveari si sviluppano meglio, sono meno soggette alle malattie e sono più produttive.

Articolo tratto dal sito www.apiservices.com

Info Redazione

Guarda anche

Gli impegni invernali e in magazzino

Gli impegni invernali

Concluse nei mesi precedenti tutte le operazioni connesse all’invernamento l’apiario non richiede più alcun intervento …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.