domenica , 17 Febbraio 2019
Home / Tecnica apistica / Alimentazione / Come preparare lo sciroppo per le api
3Bee
longevità delle api invernali

Come preparare lo sciroppo per le api

Lo sciroppo di glucosio, non è altro una soluzione acquosa concentrata di zuccheri naturali ottenuti da amido per conversione e isomerizzazione enzimatica.

E’ uno sciroppo limpido, incolore, di gusto medio dolce e di viscosità media – elevata. Si ricava scindendo lo zucchero (saccarosio) nei suoi due componenti, in glucosio e fruttosio.

In funzione della quantità degli ingredienti, possiamo produrre due tipi di sciroppi, quello stimolante e quello di sostegno.

Quello stimolante

inversione_zuccheroSi prepara facendo bollire per mezzora in un litro d’acqua 1Kg. di zucchero, aggiungendo 0,3 g di acido citrico, o spremendo ½ limone. Con l’aggiunta dell’acido citrico si ottiene la scissione della molecola di saccarosio in fruttosio e glucosio, ottenendo uno sciroppo al 50 % di zucchero invertito, facilmente digeribile dalle api.

Quello di sostegno
Si prepara facendo bollire per mezzora in un litro d’acqua 2 Kg. di zucchero, aggiungendo 0,3 g di acido citrico, o spremendo ½ limone.

Con l’aggiunta dell’acido citrico si ottiene la scissione della molecola di saccarosio in fruttosio e glucosio, ottenendo uno sciroppo al 76 % di zucchero invertito, facilmente digeribile dalle api.

Una raccomandazione importante, è quella che quando si prepara lo sciroppo, bisogna fare sciogliere lo zucchero su fuoco moderato e mescolare in continuazione per evitare la caramellizzazione dello zucchero.

(Il grafico mostra come la reazione d’inversione proceda anche a temperatura ambiente, anche se più lentamente).

Pasquale Angrisani

Ragstore

Info Pasquale Angrisani

Guarda anche

Foglia di ortica

La preparazione dello sciroppo con l’ortica

L’ortica è una pianta ricca di sali minerali e le sue proprietà terapeutiche sono conosciute …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.