martedì , 16 Agosto 2022
registrazione

Apicoltura: procedure per la registrazione dei trattamenti

Il Ministero della Salute ha definito, per la prima volta, le procedure operative e il modello per la registrazione dei trattamenti somministrati alle api.

In applicazione al Reg 2019/6, il Ministero della Salute ha definito le procedure operative e il modello per la registrazione dei trattamenti di medicinali veterinari somministrati alle api.

Predisposto dalla DG della sanità animale e dei farmaci veterinari, e pubblicato dalla Fnovi, il documento fornisce per la prima volta indicazioni nazionali relative alla registrazione dei trattamenti farmacologici sulle api (Apis mellifera), chiarendo, in particolare, le modalità di conservazione delle registrazioni dei medicinali somministrati alle api e delle rimanenze, definendo i ruoli e le responsabilità dell’operatore e del medico veterinario anche in tema di farmaco – resistenza.

Il documento fornisce, inoltre, indicazioni circa l’approvvigionamento del medicinale veterinario e ruolo delle organizzazioni di settore.

Allevamento familiare
Per la dichiarazione di allevamento familiare da parte dell’apicoltore è stato concordato un numero pari a 10. Il numero è stato definito dal gruppo dei referenti per la sicurezza alimentare e i controlli ufficiali delle Regioni/PA, unitamente al Ministero della salute.
I trattamenti eseguiti su animali detenuti in allevamenti familiari non sono oggetto di registrazione su modelli vidimati dai servizi veterinari locali, ma sono oggetto di registrazione su supporti personalizzati (non vidimati). Tuttavia resta valido l’obbligo di conservazione delle prove di acquisto del medicinale veterinario.

Registrazione degli AIC –
A far data, infatti, dal 28 gennaio 2022, le registrazioni dei trattamenti avvengono esclusivamente in formato elettronico. Tuttavia al settore apistico, il Ministero applica una deroga all’obbligo di registrazione esclusivamente elettronica. Pertanto, tutti i trattamenti eseguiti con medicinali veterinari sugli animali devono essere registrati su un documento cartaceo gli elementi presenti nel modello, allegato alle procedure e vidimato dal servizio veterinario locale territorialmente competente che ha rilasciato il codice aziendale. I tempi per la registrazione dei trattamenti sono indicati in 48 ore.

Ruoli e responsabilità dell’operatore e del medico veterinario –
Il Ministero chiarisce che “gli stabilimenti dovrebbero essere sottoposti a visite di sanità animale” per assicurare una stretta collaborazione e lo scambio di informazioni tra gli operatori e i veterinari.
Il medico veterinario supporta l’operatore nella scelta del medicinale veterinario idoneo al trattamento di particolari affezioni, anche qualora il medicinale in questione non sia soggetto a prescrizione medico-veterinaria. Tra le responsabilità assegnate al medico veterinario, ai sensi del Reg. 2019/6, compare oltre all’adozione di tutte le misure opportune per prevenire l’introduzione e la diffusione delle malattie, vi è il ruolo attivo per sensibilizzare l’operatore sulla resistenza ai trattamenti, compresa la resistenza antimicrobica, e sulle relative implicazioni.

Approvvigionamento –
“E’ vietato somministrare agli animali sostanze farmacologicamente attive se non in forma di medicinali veterinari autorizzati” chiarisce il Ministero.

Farmaci in deroga –
Per i medicinali veterinari prescritti in deroga è obbligatoria la prescrizione medico veterinaria.
Ai sensi dell’art. 115 del regolamento (UE) 2019/6 il veterinario determina il tempo di attesa appropriato valutando caso per caso la situazione specifica dei singoli alveari e, in particolare, il rischio della presenza di residui nel miele o in altri alimenti derivanti dagli alveari destinati al consumo umano.

Controlli ufficiali –
Sui controlli ufficiali il Ministero chiarisce che, con l’intento di armonizzare i controlli sul territorio nazionale, sono in preparazione le check-list per il controllo nel settore dell’apicoltura.
Tali check-list sono inevitabilmente collegate a un consolidamento degli aspetti connessi all’identificazione e registrazione degli operatori, degli stabilimenti e degli animali.

Modello per la registrazione dei farmaci
Oltre alle indicazioni operative per la somministrazione dei farmaci, il documento contiene anche il modello per la registrazione dei medicinali veterinari somministrati alle api.
Nel modello sono definite le registrazioni dei trattamenti che devono essere condotti da parte del medico veterinario. Tra le registrazioni dei trattamenti che devono essere svolte a cura del veterinario compare il numero della REV e il PIN REV.

Per scaricare le procedure operative per la registrazione dei trattamenti di medicinali veterinari somministrati alle api Clicca qui 

Fonte: L’informazione Veterinaria Online

Info Redazione

Guarda anche

Le distanze tra apiari, legge 313/2004 articolo 7 comma 4

Le distanze tra apiari

(Questo è un argomento molto controverso e gli attriti tra gli apicoltori, non importa se …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.